top-a

WhatsApp Image 2020 02 12 at 21.38.27

top-c

FIDAL

Rieti, lunedì 27 giugno 2022

Super Mario Lambrughi fa il bis, la staffetta veloce sale sull’ottovolante. Sono Campionati Italiani Assoluti di altissimo livello per l’Atletica Riccardi Milano 1946 a Rieti, guidata dal presidente Sergio Tammaro e dal vicepresidente Rino Darsena e con uno staff di prim’ordine, che oltre ai tecnici sociali comprende anche il fisioterapista Davide Tironi di VioStudio, la cui professionalità è estremamente apprezzata dalle maglie verdi. La Riccardi sale a quota 182 titoli italiani, ma a Rieti i numeri sono assolutamente fantastici: sette presenze-gara, sei ingressi in finale, 4 medaglie con due ORI, un ARGENTO e un BRONZO, 3 nuovi primati sociali, 3 primati personali, 5 primati stagionali e la quarta posizione finale (primo club civile) in Coppa Italia.

SUPER MARIO - Mario Lambrughi vince a Rieti il proprio secondo titolo italiano Assoluto della carriera (dopo Padova 2020) prendendosi d'autorità l'oro  dei 400m ostacoli: dopo il 50”76 in pieno controllo della batteria in finale Mario domina con 49"22, a 19/100 dal primato stagionale e a 23/100 dal PB. Per la Riccardi è il tricolore numero 182 della sua storia, per Mario (allievo di Simone Vimercati) è il sigillo sull’imminente ritorno in azzurro.

4x100 -  Dici “Riccardi” e pensi alla staffetta 4x100: il parallelismo si conferma anche a Rieti. Milano 1955, Milano 2009, Torino 2011, Milano 2013, Rieti 2016, Pescara 2018, Rovereto 2021 e ora Rieti 2022: sono i successi tricolori Assoluti della Riccardi nella staffetta veloce. Otto sono infatti i titoli italiani Assoluti vinti in staffetta 4x100:  mai però il trionfo era arrivato ex aequo. È infatti un oro con il “brivido” per i nostri ragazzi, oltre a essere una vittoria storica perché sancisce il 50esimo titolo italiano della Riccardi in una staffetta!  Ruskin Molinari, Simone Tanzilli, Alessandro Malvezzi e Wanderson Polanco corrono nella seconda serie in 40"26, primato stagionale e stesso tempo dell’Atletica Biotekna in prima serie: la festa però è tutt’altro che dimezzata. Per Tanzilli è il terzo oro in staffetta (dopo 2016 e 2021): terzo successo anche per Polanco (dopo 2018 e 2021), secondo oro (a nemmeno 19 anni!) per Malvezzi (dopo Rovereto 2021) e prima vittoria per Molinari: a disposizione anche, come riserva, Mattia Arnaboldi.

WANDERSON IN FORMA MONDIALE – Nessuno ha corso più di lui a Rieti: oltre all’oro della 4x100 Wanderson Polanco coglie un prestigioso piazzamento nei 100m e soprattutto il primo podio tricolore Assoluto in carriera e il nuovo record sociale nei 200m. Sui 100m abbassa lo stagionale a 10"31 in batteria (un decimo sopra al PB) e poi in finale corre 10"32 (controvento) per giungere quinto  alle spalle solo, tra gli altri, di tre olimpionici della 4x100 a Tokyo (Jacobs, un velocista nato in Riccardi come Filippo Tortu e Patta). Il capolavoro arriva sui 200m: arriva subito un tempo sotto i 21” in batteria con 20"94; in finale lo sprinter seguito sul campo a Cagliari da Andrea Atzeni  si supera e stampa 20"66 per togliere ben 19/100 al personale e cogliere un fantastico argento. Non solo: per 4/100 Polanco toglie al compagno di trionfo in staffetta Simone Tanzilli (in batteria decimo in 21"16, a 8/100 dallo stagionale a a 9/100 dalla finale) il record sociale Assoluto della distanza.

E LA 4x400 NON È DA MENO – Staffetta veloce campione d’Italia, ma volete che la staffetta del miglio stia a guardare? Stefano Grendene, Amedeo Perazzo, Mario Lambrughi e Andrea Romani sono medaglia di bronzo nella 4x400: è un risultato che vale una standing ovation ben oltre il piazzamento acquisito. Basta guardare il tempo: 3'08"07, record sociale Assoluto, quasi 3" in meno del precedente al 3'10"83 siglato l'8 luglio 2001 (quasi 21 anni fa, erano Assoluti pure in quel caso) a Catania da Mariani, Agrillo, Tomanelli e capitan Saraceni.

È un grande weekend pure per Stefano Grendene, che sui 400m piani individuali in batteria toglie 34/100 al personale per qualificarsi per la finale con 46"57, nuovo record sociale Promesse (battuto il 46"60 di Vito Petrella che resisteva dal 1987!) e crono che lo porta al secondo posto delle graduatorie sociali all time alle spalle solo del 46"37 di Mario Lambrughi: in finale sarà sesto con un altro ottimo crono, 46"75.

L’estate è iniziata da poco ma per la Riccardi è già caldissima (e non per il clima).

FOTO Grana/FIDAL: in home e qui sotto Mario Lambrughi, più in basso Wanderson Polanco, la 4x100 campione d'Italia (da sinistra: Tanzilli, Molinari, Polanco e Malvezzi) e la premiazione della 4x400 (da sinistra: Romani, Grendene, Lambrughi, Perazzo). 

Mario Lambrughi Rieti 2022 ostacolo

Wanderson Polanco Rieti 2022 corsa

4x100 M Riccardi Assoluti Rieti.2022

4x400 M Riccardi Rieti 2022 podio

Flash News

5xmille

Ricordati che è sempre possibile donare il 5 per mille all’Atletica Riccardi Milano 1946!

Esprimete la vostra scelta in favore della nostra società: basta inserire questo codice fiscale 80143690156.

clicca qui

 

 

I nostri partner

2

Fornitura tecnica

Contatti

Segreteria Viale Repubblica Cisalpina 3 - 20154 - Milano
Orari Da lunedì a venerdì dalle 15 alle 19.
Telefono 02 33103998 e 391 7382833
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.