Milano, 14 maggio 2018

Mario Lambrughi bacia il tabellone elettronico: le cifre che vi compaiono sono più di semplici numeri. Quattro-otto-nove-nove: a Rieti SuperMario si ritaglia un posto nella storia azzurra dei 400 metri con ostacoli.Mario Lambrughi 3ok WEB

Lambrughi era stato l’atleta-copertina della stagione 2016 per la Riccardi Milano 1946: una semifinale agli Europei ad Amsterdam e un primato sociale battuto più volte fino al 49”35 di Lignano Sabbiadoro. Un personale rimasto tale fino a ieri, quando all’ora di pranzo Mario dà l’impressione di mettere in scena qualcosa di davvero vicino alla gara perfetta. Si corre a Rieti, in una prova di contorno dei Societari Allievi/e del Lazio: per l’atletica italiana non è però contorno bensì una portata succulenta. Gli avversari ci sono, su tutti José Bencosme de Leon e Lorenzo Vergani: nei 15 giorni precedenti la trasferta reatina Lambrughi aveva affrontato sia Bencosme (sui 300 ostacoli a Formia) sia Vergani (sui 400 ostacoli a Nembro) perdendo in entrambi i casi. Ma lasciando sul piatto qualche centesimo di troppo in avvio di gara (a Formia) o nell’affrontare la nona barriera (a Nembro): il margine c’è, insomma.

Se i “quattro acca” sono la specialità più musicale dell’atletica leggera a Rieti SuperMario suona alla perfezione il suo spartito. Dagli spalti il coach Simone Vimercati lo incita e la sua voce, mentre l’allievo percorre il rettilineo finale involandosi verso il successo, si carica sempre più di emozione per quella che percepisce possa essere un’impresa cronometrica da annali: il tabellone esplode sulle prime in un fragoroso 49”01, primato sociale e personal best stracciati con il solo rimpianto di non aver abbattuto la storica barriera dei 49 secondi. Ma il 13 maggio, oltre a essere la festa della mamma, è anche il gran giorno di Mario Lambrughi: la correzione per difetto dei cronometristi lo porta a 48”99, a inebriare di felicità l’Atletica Riccardi Milano 1946 e a dare ancora più lavoro agli statistici.

Mario Lambrughi è il quarto atleta italiano più veloce nella storia della specialità: nella graduatoria Assoluta all time lo precedono solo Fabrizio Mori con il 47”54 del duello con Felix Sanchez nella finale iridata di Edmonton 2001, il 48”52 di Laurent Ottoz nel 1998 ad Atlanta e il 48”84 di Gianni Carabelli nel 2005. Otto luglio 2005, per essere precisi: Mario Lambrughi frequentava le scuole medie e l’atletica era ancora lontana dai suoi pensieri, ma l’ultima volta di un azzurro sotto i 49” risale a quel giorno. Il 48”99 del primato sociale a Rieti è anche il sesto crono mondiale 2018, il primo a livello europeo: proprio gli Europei di Berlino, dal 6 al 12 agosto, saranno il grande banco di prova di SuperMario, per cancellare un 2017 pesantemente condizionato dagli infortuni. «Era una bella giornata, sapevo di valere un buon tempo dopo aver corso un 300hs a Formia: 48.99 davvero no ma a Rieti tutto è possibile. Ho baciato il crono perché è quello che faccio quando esce una buona gara, ormai è consuetudine. Credo che non realizzerò subito, ci metterò un po’ a elaborarlo, speriamo di abbassarlo ancora perché all’ultimo ostacolo sono quasi caduto. Berlino? Incrociamo le dita ma ci sono buoni presupposti per fare bene» ha dichiarato un Lambrughi ancora incredulo ad Alessio Giovannini di Fidal.it. SuperMario è tornato: l’atletica italiana (non solo quella che indossa una maglia verde) non può che esserne felice.

A Rieti festeggia anche Filippo Tortu…e non solo perché la Juventus conquista lo scudetto. La prima uscita stagionale sui 100 metri vale già un eccellente 10”16: il campione europeo Under 20 della specialità, esploso con i colori della Riccardi Milano 1946 quando era allievo, è pronto per due grandi recite al Memorial Ottolia di Savona (dove debutterà sui 100 anche il campione italiano Assoluto in carica della specialità Federico Cattaneo) mercoledì 23 maggio e al Golden Gala di Roma giovedì 31 maggio. La stagione dei “big” è pronta a entrare nel vivo.

Sulla nostra pagina Facebook il filmato della gara e la videointervista a Mario Lambrughi.

Flash News

Graduatorie

Presidente Memorial

5xmille

Una bella novità: da quest’anno è possibile donare il 5 per mille all’Atletica Riccardi Milano 1946!

Esprimete la vostra scelta in favore della nostra società: basta inserire questo codice fiscale 80143690156.

clicca qui

Sponsor

Galleria Fotografica

Dove siamo

I corsi Riccardi sono sempre aperti

cop1 corsi17 18 web

NOVITA'!!!

Dal 3 settembre 2018 al 31 maggio 2019 

tutti i giorni tra le ore 16,30 e le ore 19,30

Scarica qui:

• Volantini dei corsi UNDER 12 OVER 12

Modulo di iscrizione
ai corsi
e regolamento

 

 

 

Contatti

Segreteria Viale Repubblica Cisalpina 3 - 20154 - Milano
Orari Da lunedì a venerdì dalle 15 alle 19
Telefono 02 33103998 e 391 7382833
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.